Johannes Brahms

Johannes Brahms nacque nel 1833 ad Amburgo da una famiglia modesta.

Compositore precoce, fu un pianista molto abile che lavorò nel tardo Romanticismo.

Per la sua carriera fu determinante l'incontro con Robert Schumann prima che venisse ricoverato e la stima che l'ormai celebre compositore nutriva nei suoi confronti. L'incontro avvenne nel 1853, quando Brahms aveva solo ventanni, ma Schumann si accorse subito delle sue potenzialità e lo descrisse come un genio. Brahms considerava Schumann il suo unico e vero maestro e gli rimase accanto con devozione fino alla morte.

Molto importante fu inoltre il legame di Brahms con la moglie di Schumann, Clara Wieck. La donna, compositrice, dopo la morte del marito si occupò di pubblicarne l'opera completa.

Clara e Robert Schumann

Intanto Brahms cominciava la sua brillante carriera, ma nonostante il successo, il carattere schivo e malinconico lo portò a non legarsi mai a nessuna donna, infatti rimase scapolo per tutta la vita. Clara rimaneva però costantemente sullo sfondo della sua esistenza, era sempre nei suoi pensieri e si scrivevano molte lettere. Vi era dunque un interesse reciproco, un forte legame che tenne i loro destini sempre vicini.

Quando nel 1896 Clara morì, su comune accordo tra i due Brahms distrusse tutte le loro lettere per paura che la loro relazione venisse equivocata; il loro sentimento era davvero profondo, troppo importante per cadere nelle calunnie dei biografi.

Scrive un commentatore inglese:

"I moderni biografi si interrogano sulla rozza, irrilevante questione del loro eventuale rapporto sessuale, come se solo i due corpi che si incontrano stabiliscano il grado dell’amore. Ogni volta che ascolto gli Intermezzi di Brahms, invece, io li immagino seduti in un giardino, in una fioritura tardiva di rose, e nere cascate di foglie, lasciando che sia l’orizzonte a parlare per loro, senza permetterci di spiare le loro parole d’amore".

Il successo permise a Brahms di vivere del lavoro di musicista, che svolse prevalentemente a Vienna. Soggiornò in questa città nel 1862 e vi si trasferì definitivamente nel 1878. Qui conobbe Richard Wagner, del quale divenne la principale alternativa. Rispetto alla nuova musica di Wagner, Brahms proponeva un catalogo molto vasto, legato alla tradizione tedesca e allo studio dei grandi del passato, ma in forme diverse e innovative. Uno dei suoi autori di riferimento è Beethoven, anch'egli legato per tutta la vita alla città di Vienna, del quale prosegue il catalogo.

Quello di Brahms è un romanticismo ispirato alla bellezza della forma, al bello ideale; il significato della musica risiede nella sua essenza, non servono le parole.

Il suo carattere riservato e malinconico si rivela nel repertorio da camera e nelle quattro sinfonie.

Molto religioso sin dall'infanzia, teneva sempre con sé la Bibbia che gli era stata regalata e dalla lettura trasse i testi per le composizioni corali sacre.

Si spense a Vienna nel 1897.