Visita in San Pietro

Visita in San Pietro

Visita in San Pietro

Visita in San Pietro

L'ultimo intervento di Bernini in San Pietro si trova nella cappella del Santissimo Sacramento, progettata dal Maderno per raccordare la basilica michelangiolesca con il corpo longitudinale seicentesco. Già Urbano VIII Barberini si era preoccupato di costruire un degno tabernacolo eucaristico per la nuova basilica, tuttavia né lui né i suoi successori Innocenzo X e Alessandro VII, pur riprendendo il progetto, riuscirono a dargli compimento. Fu Clemente X nel riuscire a portare a termine l'impresa in soli due anni, in quella che è una delle ultime creazioni nella straordinaria carriera di Bernini, che qui diede vita insieme ai suoi collaboratori ad un'opera semplice e complessa allo stesso tempo, basti pensare che il tabernacolo ha un'altezza di quasi quattro metri.
Ispirato al bramantesco tempietto di San Pietro in Montorio, l'imponente tabernacolo, custodia del Santissimo Sacramento, è realizzato in bronzo dorato e lapislazzuli ed è circondato da due grandi angeli inginocchiati in preghiera che dialogano con lo spettatore e la pala d'altare opera di Pietro da Cortona.
La cappella è uno dei migliori esempi di "bel composto", ossia opera d'arte totale capace di unire varie forme artistiche come architettura, scultura e pittura, Per coinvolgimento dell'osservatore e teatralità è inoltre una delle opere maggiormente rappresentative della grande stagione barocca.


Bibliografia

  • La basilica di San Pietro. I papi e gli artisti - Timothy Verdon - Mondadori
  • Il Barocco - Tomaso Montanari - Einaudi
  • Gian Lorenzo Bernini - Tomaso Montanari - Gruppo Editoriale l'Espresso
  • Roma Barocca - Gerhard Wiedmann - Jaca Book