Giuseppe Chiarini

Giuseppe Chiarini nacque ad Arezzo nel 1833.

Critico letterario, fu il primo biografo di Giosuè Carducci, oltre che grande amico del poeta sin dai tempi della giovinezza, quando insieme ad altri letterati fondarono la Società degli "Amici pedanti" che si impegnava a difendere la tradizione italiana opponendosi alle teorie romantiche e alle mode straniere. L'aggettivo "pedanti" venne assunto proprio in polemica ai romantici che definivano così i classicisti.
Nel 1879, come l'amico Carducci, perse un figlio di nome Dante, in una tragica sorte comune che aveva addolorato nove anni prima anche il professore.
Opere molto rilevanti a livello biografico di Chiarini sono Vita di Giacomo Leopardi, datata 1905, autore verso il quale si accostò giovanissimo amandone subito poesie e pensiero, e Vita di Ugo Foscolo, edita postuma nel 1910.
Chiarini morì a Roma nel 1908.